Revolutionary mind

La storia di una scienziata che si batte per una
scienza senza brevetti, senza nazionalità e senza
confini. La storia del coraggio e della fantasia
di Ilaria Capua, paladina della “scienza open access”.
Qualche anno fa grazie al buon senso di
questa donna, ha preso il via la grande rivoluzione
mondiale per la condivisione dei dati e delle
scoperte scientifiche, che l’ha portata a vincere
il prestigioso riconoscimento American Scientific
50, già destinato l’anno prima a Kofi Annan e Al
Gore. L’urgenza di raccontare questa storia nasce
dall’esigenza di vedere un’altra faccia del nostro
paese unito al desiderio di riconoscere e raccontare
personaggi che possano essere punti di riferimento
positivi in un momento buio per l’Italia.

I Registi
Sabrina Morena ha iniziato il
suo lavoro teatrale negli anni
dell’Università, mentre si laureava
in lingua e letteratura russa.
Ha lavorato come assistente
di Giorgio Pressburger nelle produzioni Mittelfest
dal 1994-1999, come coordinatrice organizzativa
del festival Teatri a Teatro a Trieste (2007-2008)
e assistente di Furio Bordon per Teatro Romano
Festival (2005-2006). Dal 2000 è promotrice e
curatrice della manifestazione “Spaesati – eventi
sul tema delle migrazioni” a Trieste. È autrice
dei documentari Donne allo specchio, prod. Ass.
Spaesati e A mani Nude prod. Rai.

Filmografia

  • Titolo:18 Revolutionary mind
  • Regista: Sabrina Morena e Sabrina Morena e Nicole Leghissa
  • Nazionalità: Italia
  • Anno di uscita: 2011
  • Tipologia: Documentario
  • Durata: 25 min
  • Interpreti: Ilaria Capua
  • Tematiche:
  • Lingua:
  • Consigliato a:
  • Anno di presentazione al FCAVR: 2011
  • Anno di premiazione al FCAVR:

Trailer