Rain the Color Blue with a Little Red in It

locandina

Il film è la storia di un musicista che cerca di fare il suo mestiere con genuinità nel contesto turbolento
della subcultura dei chitarristi Tuareg. Il protagonista, un musicista vero, Mdou Moctar, deve combattere le gelosie dei suoi colleghi, affrontare prove d’amore, superare conflitti familiari e il suo più grande rivale, sé stesso. Stilisticamente il film è un omaggio a “Purple Rain” di Prince ed è una finestra aperta sulla città di Agadez.

Il Regista
Christopher Kirkley è studioso e collezionista di musica. Il suo lavoro di archiviazione è focalizzato sull’area del Sahel nell’Ovest dell’Africa e consiste
nell’esaminare le correnti contemporanee di musica popolare nell’evoluzione del panorama tecnologico, l’interazione delle tradizioni locali con le influenze trans global, e nell’analizzare le nuove
modalità di trasmissione culturale. Produce sotto l’etichetta Sahel Sounds e gestisce un blog che esplora le arti e la musica del territorio.

  • Titolo: Rain the Color Blue with a Little Red in It / Akounak tedalat taha tazoughai
  • Regista: Christopher Kirkley
  • Nazionalità: Niger/USA
  • Anno di uscita: 2015
  • Tipologia: Lungometraggio
  • Durata: 75 min
  • Interpreti: Mahamadou Souleymane, Rhaicha Ibrahim, Ahmoudou Madassane, Mahmoud Ahmed Jabre, Kader Tanoutanoute, Fatima Falo, Abdoulaye Souleyman
  • Tematiche: essere musicisti nell’africa sub-sahariana, musica tuareg, conflitto tra generazioni
  • Lingua: tuareg – sottotitolato in italiano e inglese
  • Consigliato a: tutti
  • Anno di presentazione al FCAVR: 2016
  • Anno di premiazione al FCAVR:

Trailer