Grooving Lampedusa


Mahamed e Zakaria sono arrivati a Lampedusa nel 2008, dopo un lungo viaggio dall’Eritrea e dalla Somalia, sfidando la militarizzazione del Mediterraneo che negli anni ha accresciuto i rischi di chi intraprende il viaggio per mare. Come tutti i migranti che arrivano, una volta sbarcati sulla banchina, sono stati spogliati di tutto, anche della loro soggettività. Ridotti a un numero di matricola e messi in fila, gli unici posti che hanno visto sono stati il porto, il centro di identificazione ed espulsione e l’aeroporto. Hanno intravisto quel primo pezzo di Europa, e i primi europei, attraverso i finestrini del pullman della polizia. Da allora hanno sempre avuto il desiderio di tornare a Lampedusa, vedere l’isola da vicino e parlare con i lampedusani, riappropriarsi di quell’esperienza come soggetti attivi.

Il regista
Mario Badagliacca nasce a Palermo nel 1980. Dopo una prima laurea in Scienze Politiche – Relazioni Internazionali, conseguita presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, è seguita quella di reportage e fotogiornalismo a Roma, dove attualmente risiede. Da sempre impegnato nelle questioni sociali, sta attualmente lavorando su progetti a lungo termine per ritrarre i migranti, le loro comunità e le pratiche insite all’interno dei processi migratori. Le sue fotografie sono state pubblicate da riviste nazionali ed internazionali e giornali.

Filmografia
2012 – Grooving Lampedusa, cm

  • Titolo: Grooving Lampedusa
  • Regista: Mario Badagliacca
  • Nazionalità: Italia
  • Anno di uscita: 2012
  • Tipologia: Cortometraggio
  • Durata: 5 min
  • Interpreti:
  • Tematiche:
  • Lingua:
  • Consigliato a:
  • Anno di presentazione al FCAVR: 2014
  • Anno di premiazione al FCAVR:

Trailer