Goor (uomo)

Una barca alla deriva. Unico suono il rumore del mare. E il
respiro degli uomini. Non c’è più acqua da bere e Ousmane
sta male. Bisogna decidere se dargli la sua razione o lasciarlo spegnere. Era un amico Ousmane. Ma ormai è spacciato e la sua acqua può servire a tutti gli altri. Questo è il nodo tragico di goor. Da questo sviluppo di sentimenti, religione, politica, etica,storia e identità nasce un tentativo di rappresentazione. E il film si ferma a riflettere. Si interrompe e si interroga.

Il Regista
Alessandro De Filippo si occupa di critica cinematografica e televisiva. Dottore di ricerca in Storia della Cultura, della Società e del Territorio in Età Moderna, dall’anno accademico 2009/2010 insegna Storia e critica del cinema presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania. Dal 2005 coordina le attività di la.mu.s.a., il laboratorio multimediale di sperimentazione audiovisiva della stessa Facoltà. È regista di
corti di finzione e documentari. Dal 1996 fa parte del gruppo Cane CapoVolto; insieme a Enrico Aresu
e Alessandro Aiello, compie una ricerca radicale sui media dello Spettacolo. Dal 2005 è giornalista
pubblicista e collabora con testate locali in cartaceo e on-line.

Filmografia
Tutti Devoti Tutti, 1998
Birds as Punctuation (1998)
Joy (1999’)
Lebeul Me (2000)
time-code (2003)
cattura (2006)
isola (2006)
goor (2009)

  • Titolo:  Goor (uomo)
  • Regista: Alessandro De Filippo
  • Nazionalità: Italia
  • Anno di uscita: 2009
  • Tipologia: Documentario
  • Durata:  62 min
  • Interpreti:
  • Tematiche:
  • Lingua:
  • Consigliato a:
  • Anno di presentazione al FCAVR: 2010
  • Anno di premiazione al FCAVR:

Trailer
https://www.youtube.com/watch?v=0rIzqMHaXB4