Dustur

locandina

Nella Biblioteca del Carcere di Bologna, un gruppo di detenuti musulmani partecipa a un corso organizzato da insegnanti e volontari sulla Costituzione Italiana. Un giovane arabo in attesa del fine pena è alle prese con “gli inverni e le primavere” della libertà e un futuro tutto da scrivere. Un viaggio dentro e fuori il carcere, per raccontare l’illusione e la speranza di chi ha sognato e continua a sognare un “mondo più giusto”.

Il Regista
Marco Santarelli è un documentarista e regista televisivo che vive e lavora a Roma. Per Rai e Sky ha girato i documentari Superluoghi, Viaggio in Italia  e Storie di Housing Sociale, Viaggio in Europa. Nel 2009 ha presentato Interporto al Torino Film Festival; si tratta del secondo film di una trilogia dedicata al mondo dei trasporti iniziata con GenovaTripoli. Con il film Scuolamedia ha vinto il Premio UCCA al Torino Film Festival del 2011 dove l’anno successivo riceve una Menzione Speciale per il suo corto fantascientifico GenovaTripoli.
Lettere al Presidente, del 2013, distribuito da Cinecittà Luce, era in competizione al Roma Film Festival e al Rotterdam Film Festival e ha ricevuto una Menzione Speciale ai Nastri d’Argento 2014.

  • Titolo: Dustur
  • Regista: Marco Santarelli
  • Nazionalità: Italia
  • Anno di uscita: 2015
  • Tipologia: documentario lungometraggio
  • Durata: 74 min
  • Interpreti: Jeremy Prince Kamau, Pietrah Wanjiru Mwaura, Bofin Ochieng, Bofin Otiyo and Faith Mumbua
  • Tematiche: stranieri musulmani detenuti in Italia, attività di recupero, la Costituzione Italiana a confronto con esigenze e mentalità diverse, imparare per ricominciare
  • Lingua: italiano e arabo – sottotitolato in inglese e in italiano
  • Consigliato a: tutti
  • Anno di presentazione al FCAVR: 2016
  • Anno di premiazione al FCAVR: 2016 – Miglior Film della Sezione Viaggiatori & Migranti, a pari merito con Little Go Girls di Eliane De Latour

Trailer